Ott
27
Sab
2018
Gaber come persona – canzoni, filmati, conversazioni con Gian Piero Alloisio @ Teatro Qoelet - Bergamo
Ott 27@21:00–22:30

Sabato 27 ottobre ore 21 Teatro Qoelet Bergamo

incontro Gaber come persona, con Gian Piero Alloisio e Paolo Dal Bon

Con firmacopie.

Dic
7
Ven
2018
IL MAESTRONE: i miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italiana @ Teatro della Tosse - Genova
Dic 7@20:30–22:00

IL MAESTRONE

I miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italianaI miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italiana

 

Fra il 1976 e il 1981, Gian Piero Alloisio ha lavorato a stretto contatto con Francesco Guccini: è stato frontman dell’Assemblea Musicale Teatrale, il gruppo che apriva i suoi affollatissimi concerti, e ha scritto canzoni che il cantautore bolognese ha poi interpretato (Venezia, Dovevo fare del cinema, Gulliver, Poveri bimbi di Milano). Guccini, da parte sua, ha scritto canzoni per Gian Piero Alloisio (Lager, Bisanzio, Parole) ed è stato suo editore musicale, discografico e produttore. 


Questa intensa attività artistica si è svolta negli anni – creativi, plurali, caotici – in cui la canzone colta dominava le classifiche discografiche e, per la prima volta dagli anni del boom economico, esplodeva in Italia la disoccupazione giovanile. Anni che Giorgio Gaber e Sandro Luporini definirono “anni affollati”. Anni in cui Gaber, Luporini, Guccini e Alloisio collaborarono a un unico progetto di teatro-canzone: Ultimi viaggi di Gulliver. Anni interessanti e terribili in cui le Mafie inondarono i movimenti giovanili di eroina e il terrorismo sparò a zero sulle utopie del ’68. Anni in cui per milioni di giovani le parole delle canzoni erano la zattera su cui attraversare la storia collettiva e personale.

“Nel 2013” dice Gian Piero Alloisio “ho voluto omaggiare il mio amico Giorgio Gaber con uno spettacolo al Teatro della Tosse. Un tributo affettuoso che è poi diventato un libro di successo. Nel 2018, mentre si ripresenta, in nuove forme, il solito fantasma della rivoluzione italiana, mi sembra attuale raccontare l’altra grande avventura umana e artistica di cui son stato testimone: quella di scrivere, cantare e parlare di canzoni con il Maestrone”.

Dall’altezza, non solo artistica ma anche fisica, del Maestrone (così i suoi musicisti chiamano Guccini) Alloisio prova a dare un’occhiata alla nostra storia passata e presente. Lo fa cantando tutte le canzoni condivise con lui, descrivendo il pubblico gucciniano attraverso “hit” intramontabili come “La locomotiva”, ricordando le canzoni dell’Assemblea Musicale Teatrale e, infine, raccontando le barzellette che Francesco Guccini dispensava generosamente ai collaboratori nelle cene dopo i concerti.

Accanto a Gian Piero Alloisio, un musicista testimone di quell’avventura: il chitarrista Gianni Martini. Insieme ricorderanno anche l’amico Claudio Lolli, cantautore-poeta scomparso recentemente.


teatro-canzone di e con GIAN PIERO ALLOISIO

alle chitarre GIANNI MARTINI

 

Prezzo intero 15,00 €  – Prezzo ridotto 12,00 €

riduzioni a 12 euro per i giovani, gli anziani, i gruppi e i Soci Coop.

Con firmacopie.

 

Dic
8
Sab
2018
IL MAESTRONE: i miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italiana @ Teatro della Tosse - Genova
Dic 8@18:30–20:30

IL MAESTRONE

I miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italianaI miei anni con Francesco Guccini, Claudio Lolli le parole delle canzoni e la rivoluzione italiana

 

Fra il 1976 e il 1981, Gian Piero Alloisio ha lavorato a stretto contatto con Francesco Guccini: è stato frontman dell’Assemblea Musicale Teatrale, il gruppo che apriva i suoi affollatissimi concerti, e ha scritto canzoni che il cantautore bolognese ha poi interpretato (Venezia, Dovevo fare del cinema, Gulliver, Poveri bimbi di Milano). Guccini, da parte sua, ha scritto canzoni per Gian Piero Alloisio (Lager, Bisanzio, Parole) ed è stato suo editore musicale, discografico e produttore. 


Questa intensa attività artistica si è svolta negli anni – creativi, plurali, caotici – in cui la canzone colta dominava le classifiche discografiche e, per la prima volta dagli anni del boom economico, esplodeva in Italia la disoccupazione giovanile. Anni che Giorgio Gaber e Sandro Luporini definirono “anni affollati”. Anni in cui Gaber, Luporini, Guccini e Alloisio collaborarono a un unico progetto di teatro-canzone: Ultimi viaggi di Gulliver. Anni interessanti e terribili in cui le Mafie inondarono i movimenti giovanili di eroina e il terrorismo sparò a zero sulle utopie del ’68. Anni in cui per milioni di giovani le parole delle canzoni erano la zattera su cui attraversare la storia collettiva e personale.

“Nel 2013” dice Gian Piero Alloisio “ho voluto omaggiare il mio amico Giorgio Gaber con uno spettacolo al Teatro della Tosse. Un tributo affettuoso che è poi diventato un libro di successo. Nel 2018, mentre si ripresenta, in nuove forme, il solito fantasma della rivoluzione italiana, mi sembra attuale raccontare l’altra grande avventura umana e artistica di cui son stato testimone: quella di scrivere, cantare e parlare di canzoni con il Maestrone”.

Dall’altezza, non solo artistica ma anche fisica, del Maestrone (così i suoi musicisti chiamano Guccini) Alloisio prova a dare un’occhiata alla nostra storia passata e presente. Lo fa cantando tutte le canzoni condivise con lui, descrivendo il pubblico gucciniano attraverso “hit” intramontabili come “La locomotiva”, ricordando le canzoni dell’Assemblea Musicale Teatrale e, infine, raccontando le barzellette che Francesco Guccini dispensava generosamente ai collaboratori nelle cene dopo i concerti.

Accanto a Gian Piero Alloisio, un musicista testimone di quell’avventura: il chitarrista Gianni Martini. Insieme ricorderanno anche l’amico Claudio Lolli, cantautore-poeta scomparso recentemente.


teatro-canzone di e con GIAN PIERO ALLOISIO

alle chitarre GIANNI MARTINI

 

Prezzo intero 15,00 €  – Prezzo ridotto 12,00 €

riduzioni a 12 euro per i giovani, gli anziani, i gruppi e i Soci Coop.

 

Con firmacopie.

Ago
1
Gio
2019
Gian Piero Alloisio @ FolkInDiano – Diano Marina (IM) @ Parco Villa Scarsella - Diano Marina (IM)
Ago 1@21:30–22:30
Ott
19
Sab
2019
Gian Piero Alloisio – “Il Maestrone: i miei anni con Francesco Guccini” – Bergamo @ Teatro Qoelet - Bergamo
Ott 19@21:00–22:30
Nov
9
Sab
2019
Gian Piero Alloisio in “Il Maestrone – i miei anni con Francesco Guccini” @ Spazio Teatrando - Biella
Nov 9@21:15–22:45
Nov
16
Sab
2019
Gian Piero Alloisio – “Il Maestrone: i miei anni con Francesco Guccini” – Borgio Verezzi (SV) @ Teatro Gassman - Borgio Verezzi (SV)
Nov 16@21:00–22:30
Nov
19
Mar
2019
Gian Piero Alloisio – “Il Maestrone: i miei anni con Francesco Guccini” – Milano @ EcoTeatro (Ex Teatro di Milano) - Milano
Nov 19@21:00–22:30

 

 

Nel dicembre 2018 Il Maestrone (così i suoi musicisti chiamano Guccini) di e con Gian Piero Alloisio ha debuttato con successo al Teatro della Tosse di Genova. 

Dall’altezza, non solo artistica ma anche fisica, del Maestrone, Alloisio prova così a dare un’occhiata alla nostra storia passata e presente.

Fra il 1976 e il 1981, Gian Piero Alloisioha lavorato a stretto contatto con Francesco Guccini: è stato frontman dell’Assemblea Musicale Teatrale, il gruppo che apriva i suoi affollatissimi concerti, e ha scritto canzoni che il cantautore bolognese ha poi interpretato come Venezia e Dovevo fare del cinema e, scritte insieme, Gulliver e Poveri bimbi di Milano. Guccini, da parte sua, ha scritto canzoni per Gian Piero Alloisio (Lager, Bisanzio, Parole) ed è stato suo editore musicale, discografico e produttore.

Questa intensa attività artistica si è svolta negli anni -creativi, plurali, caotici -in cui la canzone colta dominava le classifiche discografiche e, per la prima volta dagli anni del boom economico, esplodeva in Italia la disoccupazione giovanile.

Anni in cui Gaber, Luporini, Guccini e Alloisiocollaborarono a un unico progetto di teatro-canzone: Ultimi viaggi di Gulliver. Anni interessanti e terribili in cui le Mafie inondarono i movimenti giovanili di eroina e il terrorismo sparò a zero sulle utopie del ’68. Anni in cui per milioni di giovani le parole delle canzoni erano la zattera su cui attraversare la storia collettiva e personale.

“Nel 2013” dice Gian Piero Alloisio “ho voluto omaggiare il mio amico Giorgio Gaber con uno spettacolo. Un tributo affettuoso che è poi diventato un libro di successo. Ora, mentre si ripresenta, in nuove forme, il solito fantasma della rivoluzione italiana, mi è sembrato utile raccontare l’altra grande avventura umana e artistica di cui son stato testimone: quella di scrivere, cantare e parlare di canzoni con il Maestrone”.

Sul palco dell’Auditorium di Milano, Gian Piero Alloisio sarà accompagnato da Gianni Martini, chitarrista storico di Giorgio Gaber.