Gian Piero Alloisio

Gian Piero Alloisio è un cantautore e drammaturgo poliedrico e imprevedibile: autore di canzoni (Francesco Guccini, Gaber-Jannacci, Gianni Morandi), autore di teatro (Ombretta Colli, Arturo Brachetti, Paolo Graziosi, Teatro della Tosse), scopritore di talenti autorali (Federica Abbate, Emanuele Dabbono, Willie Peyote, Alessandro La Cava) e scrittore.

Il mio amico

Giorgio Gaber

Gian Piero Alloisio

«Dopo gli anni di Radio Alice ci furono i cosiddetti anni di piombo e io», ricorda Gian Piero Alloisio, «mentre Francesco De Gregori cantava che i suoi amici erano tutti in galera, per non finire tra gli amici di De Gregori, mi rifugiai in via Frescobaldi a Milano, a casa di Giorgio Gaber.»

Compralo su Amazon


Resistenza Pop

L’attualissimo cd + dvd “Resistenza Pop” è sia un prodotto artistico che uno strumento didattico. Dedicato alle Liberazioni di ieri e di oggi, può destare l’interesse di chi segue la canzone d’autore o il pop, ma può anche servire agli insegnanti per spiegare in modo non retorico il Giorno della Memoria o la lotta di Liberazione

Ascoltalo su Spotify

Cosa dice la critica

IL MIO AMICO GIORGIO GABER – TRIBUTO AFFETTUOSO A UOMO NON SUPERFICIALE

GLI ANNI AFFOLLATI DI GIORGIO GABER

“[…] questa è una storia “felice e feroce”. Depositata tra le pagine di un libro che ha la grazia incatenante della vita stessa.

[…] Gian Piero Alloisio ha scritto Il mio amico Giorgio Gaber – Tributo affettuoso a un uomo non superficiale. Un libro necessario, che ricostruisce una storia lunga, bella e difficile che molti non conoscono. Non è certo un titolo usurpato, quel “mio amico”: così lo chiamava Giorgio Gaber, così si è chiamato il libro di ricordi […]

C’era una volta un ragazzo del popolo talentuoso che bruciava le tappe […] Successe l’incredibile: il ragazzo dell’Assemblea diventò uno dei punti di riferimento di Gaber, già al lavoro con Luporini, un polo dialettico necessario che lo stimolava a creare. Alloisio fu per dieci anni presenza fissa a casa Gaber, ospite necessario, pungolo d’alterità, artigiano delle parole e delle note, amico e antagonista nelle idee di fondo, ma non in quelle che si devono mettere in pratica per fare teatro, anzi, un nuovo teatro: il teatro canzone.[…]”

Guido Festinese, Il Manifesto

Vi racconto il mio amico Giorgio Gaber

“Si poteva, allora, andare a scovare Giorgio Gaber fra le mura di casa, in Via Frescobaldi a Milano […] Ce lo racconta ora quasi senza volerlo, Gian Piero Alloisio, cantautore e drammaturgo di Ovada formatosi all’ombra della cosiddetta scuola genovese, in un piacevole librino che ha saputo uscire dalle secche compiaciute dell’ormai scontato filone autobiografico. Non convenzionale neanche nel titolo […] si apre  proprio su un mondo che stava cambiando anche se non lo si sapeva. […]”

Marinella Venegoni, La Stampa

Vi racconto il mio amico Giorgio Gaber

“Si poteva, allora, andare a scovare Giorgio Gaber fra le mura di casa, in Via Frescobaldi a Milano […] Ce lo racconta ora quasi senza volerlo, Gian Piero Alloisio, cantautore e drammaturgo di Ovada formatosi all’ombra della cosiddetta scuola genovese, in un piacevole librino che ha saputo uscire dalle secche compiaciute dell’ormai scontato filone autobiografico. Non convenzionale neanche nel titolo […] si apre  proprio su un mondo che stava cambiando anche se non lo si sapeva. […]”

Marinella Venegoni, La Stampa

Festival Internazionale dei Templari

PHOTO GALLERY

Gian Piero Alloisio

CANTAUTORE E DRAMMATURGO