La musica è infinita

La musica è infinita

Prodotto dal Teatro Stabile di Genova, in collaborazione con la Regione Liguria, “La musica è infinita”, cita liberamente una delle canzoni più celebri scritte da Umberto Bindi, proponendosi come un viaggio nella difficile vita dell’artista per cui è stata inventata la parola “cantautore”.

Ad accompagnare lo spettatore è il Professore che scopre in alcune vecchie valigie il tesoro delle centinaia di musiche inedite lasciate da Bindi nella sua ultima abitazione.

I personaggi del Cantautore e della Cantante, accompagnati da un Pianista, una Violinista e un Polistrumentista, fanno poi vivere sul palcoscenico un campione di quindici canzoni inedite, inframezzate dal racconto del Professore stesso.

La genesi di “La musica è infinita” muove da lontano: cioè da quando gli eredi di Umberto Bindi (Massimo Artesi e Marisa Bindi) affidarono a Gian Piero Alloisio la grande quantità di nastri, musicassette, spartiti, testi, copioni, pagine di diario, fotografie del compositore scomparso.

Fu la scoperta di un tesoro! Tantissime canzoni mai pubblicate, alcune con il testo di grandi autori, altre con la sola linea melodica da completare.

Gian Piero Alloisio ne parlò con Carlo Repetti e nacque così l’idea di giungere a uno spettacolo teatrale ed alla sua messa in scena sul palcoscenico dello Stabile.

Compagnia

GIUSEPPE CEDERNA – il Professore

GIAN PIERO ALLOISIO – il Cantautore

MARIA PIERANTONI GIUA – la Cantante

MARIO ARCARI – il Polistrumentista

BARBARA BOSIO – la Violinista

DINO STELLINI – il Pianista

E’ possibile scaricare la scheda dello spettacolo.

In cartellone dal 18 al 21 Novembre 2010 presso il Teatro della Corte – Teatro Stabile di Genova.